PREFAZIONE

a cura di Franco Cristaldi

romanzo Angela degli Abissi di Carlo Tedeschi

È sempre un’impresa scrivere di un personaggio pubblico quando, non volendo trasmettere il fatto culturale, artistico o sportivo che lo ha reso noto, ma qualcosa che oltrepassa il fatto stesso, il carattere del personaggio, si vuole andare a coglierne, carpirne l’essenza, il movente e trasmetterlo. Scegliere di trasmetterlo attraverso una narrazione romanzata mi sembra ancora più oneroso. Carlo Tedeschi ha saputo invece cogliere il quid della grande Operazione Sirena che ha prodotto una campionessa mondiale. Non solo ha fatto storia l’eccezionalità del record, ma l’affermazione di una donna che ha abbattuto il mitico muro della insormontabilità dell’efficienza maschile nel campo sportivo.

Angela Bandini, oltretutto, non è una donna comune, proprio perché può rappresentare una qualsiasi ragazza che, trovandosi nella circostanza di dimostrare qualcosa, lo fa senza chiedersi troppi perché e senza sospettare che la sua obbedienza all’ansia di scoprire e di conoscere e quindi di dimostrare la rende capace di lasciare un’impronta, non solo nell’apnea, ma anche come immagine di donna. Se poi alle spalle del personaggio Angela Bandini ce n’è un altro tutto da scoprire – promotore e maestro – non solo del fenomeno Angela ma di tante altre personalità, compreso l’autore, che si stanno distinguendo nel campo culturale, artistico, sociale, televisivo, cinematografico l’impresa descrittiva è ancora più ardua considerando i fattori determinanti che nei 10 anni precedenti il record hanno reso possibile il tuffo più profondo del mondo. Carlo Tedeschi ha saputo farlo senza trascurare tutti i passaggi psicologici e i pensieri più intimi di Angela, non cedendo alla tentazione di parlare troppo del suo ispiratore, Leo Amici maestro di Angela, del quale ha tracciato un profilo che ben delinea i contorni di un personaggio da conoscere per ciò che ha fatto e lasciato. Un romanzo verità adatto a tutti: agli sportivi, alle famiglie, ai giovanissimi. In esso si possono pescare dal fondo di quel tuffo profondo messaggi di amore, di saggezza, di una narrazione semplice, immediata ed estremamente moderna.                                         

CARLO TEDESCHI

 ART DIRECTOR