spettacolo scritto e diretto da Carlo Tedeschi

SENZA FILI

...verso la libertà

La luce della “Libertà” lambisce due marionette dalle fattezze umane che scoprono di poter danzare anche senza fili. 

Possono così fuggire, accodandosi alla carovana del Circo di Madama Libertà, dal cattivo Burattinaio che li teneva prigionieri. Trovano nuovi amici mentre il carrozzone, nel suo vagabondare, farà conoscere loro il folklore delle nazioni in cui si fermerà facendoli danzare sulle musiche tradizionali di ciascun Paese. Madama Libertà trasformerà anche la vita del burattinaio che si è innamorato di lei. 

Dichiarandosi, infatti, la scopre vera, viva e, rendendosi conto, attraverso l’amore, del suo passato di solitudine, riallaccia un rapporto, questa volta amichevole, con le due marionette che, in virtù della loro esperienza di vita e delle amicizie incontrate, riescono a perdonarlo.