musical scritto e diretto da Carlo Tedeschi

UN FREMITO D'ALI

Il musical racconta la vita di Francesco Forgione di Pietrelcina da un punto di vista inedito: quello invisibile popolato da creature celestiali e demoniache, in spietata lotta tra di loro, che egli vede sin da giovanissimo. Un giorno gli appare un Uomo Maestoso che lo invita, parafrasando le Fonti, ad azzuffarsi contro il Maligno; scontro che caratterizzerà tutta la sua vita, nonostante le cagionevoli condizioni di salute. Accanto a lui però un angelo custode, teneramente chiamato Angiolino mio. Francesco prende quindi i voti col nome di Fra’ Pio, è ordinato sacerdote, si dedica in particolare al ministero della confessione ed è il primo sacerdote a ricevere le stimmate: verrà premiato nell’epilogo con una «corona di rarissima bellezza».