top of page

LEO

diari di Daniela

SCRITTORE

grf diari Daniela.jpeg
NOTE

Come nei diari di Maria, così in quelli di Carlo, anche nei diari di Daniela si scrive soprattutto di movimenti interiori e spirituali, successivi alla ricerca «ragionata, sentita, toccata con mano» (così era per Leo Amici) della fede.

Maria, Daniela, Carlo, al momento di scrivere non sapevano l’uno dell’altra eppure i loro diari, benché diversi tra di loro, sono incentrati soprattutto sulla figura di Leo.

Per le differenti personalità, nonostante lo stesso comune denominatore, e soprattutto perché la figura di Leo, per tutti e tre, era ORIGINE, MOVENTE della loro personale fede in Gesù, della loro certezza di Dio, del loro servizio a Lui.

Queste ultime scorrono, così, naturalmente nelle loro menti, nel loro cuore, nel loro sangue che è come respirare, vivere, cibarsi, dormire… Dunque sul diario scrivono qualcosa di ancor più intimo e cioè la FONTE, l’ORIGINE, l’INIZIO che, comunque, attribuiscono all’OLTRE, da dove Leo Amici attingeva e da dove proveniva tutto il suo essere e il suo SAPERE.

bottom of page